27 GENNAIO - 4 FEBBRAIO 2018  

   

INCONTRI GUIDATI PER GIOVANI DAI 12 AI 19 ANNI
L’INIZIATIVA RACCONTATA DALLA PROTAGONISTA

L’INIZIATIVA  RACCONTATA DALLA PROTAGONISTA

 

“Un incontro con il mondo dell’antiquariato potrebbe essere, non solo intrigante, ma anche sorprendente per le ricche sfaccettature che vi sono contenute. Molte, dormienti, cercheremo di risvegliarle. Altre implicite e per questo poco percettibili a chi non opera in questo campo e vive le cose da distanze molto, molto ampie: cercheremo di far luce su alcune di queste facce del prisma e, forse, alcuni di voi troveranno riverberi e risonanze interiori, pronte a risvegliarsi.

Troppo complicato? Beh, queste visite “guidate” non possono essere identiche a quelle organizzate per una mostra d’arte, con il suo tema e i suoi obiettivi culturali specifici. Noi, qui a MAM siamo immersi in un mondo plurimo, interconnesso e stratificato, in un crogiuolo di stili, epoche, tecniche, dimensioni, materiali, storie. Molte, molte storie, tutte diverse una dall’altra. Potrebbe persino girare la testa e lasciare confusi, se si potessero ascoltare le voci, i ricordi, le attese di ogni oggetto esposto, di ogni singola opera d’arte. Ciascuna di esse è lì – ci avete mai pensato? - ad attendere qualcuno, qualcuno che la riconosca “propria” e la porti con sé.  Ci sono molte emozioni - capite? - in questi spazi creati da ogni antiquario ed espositore; ci sono vibrazioni che sfiorano il pubblico, che sfiorano la coscienza. Vorrei aiutarvi ad aprirvi per  poterle percepire, in un modo insieme personale e quantico: certo, cos’altro? L’universo quantico è il mondo della luce, entro cui lo spazio-tempo coagula e risuona. Le opere d’arte, gli oggetti della creatività umana sono materia impregnata di luce, poiché abitate dallo sforzo di raggiungere la bellezza o, per meglio dire, una più alta espressione di sé stessi. La luce viaggia, attraversa, sfolgora e si spegne “qui”, per ritornare a illuminare “là”….. La mia domanda a voi è: “dove farci trovare da queste migliaia di luci? Quale di esse accogliere nella propria dimensione spazio-temporale?”.

Vi è una grande ricchezza, in questo microcosmo creato da MAM alla mostra di Milano, ma sta ad ognuno di noi dischiuderla, per poterne godere, per potersene nutrire.

Vorrei guidarvi a fare i primi passi in questo universo affascinante. Per nulla noioso.  Vi aspetto, allora. A presto!”.

 

Serenella Castri

Gennaio 2017